Durante la notte tra il 1° e il 2 dicembre è divampato un incendio in un deposito di pneumatici in zona Adorna arrecando inconvenienti alla popolazione, al traffico e non da ultimo all’ambiente che ci circonda. Negli ultimi anni ne sono divampati altri nel Cantone, senza dimenticare l’enorme incendio sul Piano di Magadino nel 2006.

Sul territorio della Città si possono scorgere in diversi punti degli ammassi di pneumatici i quali preoccupano la popolazione. Sono due i motivi di maggior preoccupazione: il primo è prettamente estivo quando questi depositi diventano dei focolai di zanzara tigre e il secondo motivo è quello che riguarda la sicurezza, in particolar modo quando questi depositi prendono fuoco e diventano dannosi per la salute umana e per l’ambiente.

Considerato quanto esposto, avvalendoci delle facoltà concesse dalla LOC, chiediamo al Municipio:

1. Al Municipio erano pervenute segnalazioni riguardanti il deposito di penumatici che ha preso fuoco?

2. Il quantitativo presente al momento del rogo era regolamentare?

3. C’è stato inquinamento del terreno?

4. Sul territorio della Città quanti depositi di pneumatici sono presenti?

5. Quali sono le regole base da rispettare per poter avere un deposito di pneumatici?

6. L’Ufficio Tecnico Comunale negli ultimi anni è proattivo a combattere la zanzara tigre, è possibile richiedere ai proprietari dei depositi una maggiore attenzione per quello che riguarda la lotta a questo insetto?

Davide Rossi

Dominik Hoehle

Gabriele Ponti